La casa solitaria dell'isola di Ellidaey

La casa solitaria dell’isola di Ellidaey. (Diego Delso / Wikimedia Commons)

Il paese europeo dell’Islanda, scarsamente popolato, sembra uscito da storie di fantasia. È uno di quei rari posti sulla terra, che ha molto da offrire in termini di panorami di una bellezza mozzafiato. A differenza del suo nome, l’Islanda è per lo più coperta da campi verdi e rigogliosi. Ha lagune blu, geyser naturali, sorgenti calde, enormi ghiacciai, una lunga lista di vulcani e ettari di campi di lava. Ma ciò che distingue questa nazione insulare dal resto del mondo è la sua isola Ellidaey nell’arcipelago Vestmannaejyar. Anglicizzata come Westman Island, l’isola Ellidaey della catena, situata nel sud dell’Islanda, è uno dei più grandi gruppi di isole, che ospita un misterioso palazzo che la maggior parte di noi non conosce.

L’isola Ellidaey e la casa solitaria

Sorgendo direttamente dall’oceano, l’isola Ellidaey si estende su 110 acri. L’isola non occupata si trova a nord-est della più vicina isola abitata di Heimaey. Sporge dall’oceano verso l’estremo est ed è in pendenza sul suo bordo occidentale. Su questo pendio si trova un palazzo che è stato avvolto nel mistero da quando è stato reso pubblico. Secondo le storie locali che circolano nella zona, la casa isolata sull’isola di Ellidaey apparteneva una volta a una famiglia, seguita da altre cinque famiglie che vissero lì vicino per un periodo di più di trecento anni. Queste famiglie andavano a caccia di uccelli marini, soprattutto pulcinelle di mare, allevavano bestiame nelle vicinanze e pescavano in mare aperto. Ma si dice che la vita impraticabile lontano dalla civiltà in mezzo all’oceano era troppo difficile da sostenere e queste famiglie non lasciarono altro che la diserzione negli anni trenta. Ellidaey Island fu presto abbandonata e giaceva lì da allora.

Ellidaey Island

Ellidaey Island. (Diego Delso / Wikimedia Commons)

Con il passare dei decenni, le persone che avevano sentito parlare della caccia alla pulcinella di mare a Ellidaey volevano ritornare. E poiché l’isola di Ellidaey era il posto migliore per cacciare le pulcinelle di mare, fu costruita una capanna sull’isola per questo scopo. Abbondavano le storie che questa capanna serviva come residenza temporanea ai cacciatori che visitavano l’isola durante le stagioni di caccia. Alcuni locali credevano anche che la casa solitaria fosse in realtà un nascondiglio segreto di un misterioso miliardario, che frequentava la villa per essere lontano dalle luci della ribalta. Ma nessuna di queste storie poté essere confermata fino a quando nel 2000 uscì la notizia che il governo islandese aveva intenzione di regalare la villa sull’isola di Ellidaey all’iconica cantante islandese Bjork, che ha messo il paese sulla mappa del mondo con i suoi quattro decenni di servizio.

La villa di Bjork sull’isola di Ellidaey

Al momento non disponibile online, un articolo pubblicato su The Independent riportava che il governo islandese aveva effettivamente regalato l’isola e la casa a Bjork per il suo contributo al paese. L’articolo citava anche che l’allora primo ministro islandese, David Oddsson (anche il più longevo) disse che aveva considerato di regalare l’isola a Bjork per aver portato allori al loro paese. Ma la forte reazione della gente lo portò a riconsiderare la sua decisione e negò in seguito una tale generosità. Si scoprì che poiché l’Islanda ha due isole Ellidaey, Bjork aveva espresso il suo desiderio di costruire una casa sull’altra isola Ellidaey, che pure non poteva materializzarsi a causa di tutta la confusione.

Lodge dell’Associazione Cacciatori di Ellidaey

Dopo la fallacia di Bjork, la casa solitaria sull’isola Ellidaey ha rapidamente catturato la fantasia di Internet e belle foto sull’isola pittoresca hanno iniziato a fare il giro su molti siti web. Mentre molte persone sono arrivate a credere che la casa fosse stata photoshoppata nelle immagini, molti altri hanno creduto che appartenesse all’Associazione dei cacciatori di Ellidaey. All’inizio degli anni ’50, i membri dell’associazione di caccia costruirono una capanna sull’isola, dove potevano soggiornare all’inizio della stagione di caccia e anche durante la stagione della deposizione delle uova dei pulcinella di mare in primavera. Facilmente accessibile in barca dalla terraferma, una linea lampo, destinata esclusivamente ai cacciatori del gruppo, li porta alla capanna sul pendio. La casa, senza elettricità e acqua corrente, è usata dai membri del gruppo di cacciatori come luogo di soggiorno e di riposo durante la stagione di caccia.

Circondata da un recinto per tenere qualche bestiame all’interno quando la capanna non è in uso, la casa solitaria sull’isola Ellidaey riesce ancora a catturare la fantasia di tutti. Mentre non si sa molto sullo scopo della costruzione della casa così lontana sull’isola, la casa si trova ancora sull’isola Ellidaey in isolamento alimentando molte storie in abbondanza.

Ti è piaciuto questo articolo? Guarda anche “La famosa isola Pollepel del fiume Hudson: Home to a Castle of a Bygone Era”.

Analisi dei fatti:
STSTW Media si sforza di fornire informazioni accurate attraverso un’attenta ricerca. Tuttavia, le cose possono andare male. Se trovate l’articolo di cui sopra impreciso o di parte, fatecelo sapere a [email protected]

Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.